fbpx

Comunicato stampa generale

Biosalus - Urbino il 5 e 6 ottobre 2019
Festival Nazionale del Biologico e del Benessere Olistico
Attività culturali, aree expo, alimentazione, benessere, dimostrazioni e trattamenti

[ingresso gratuito]

URBINO (PU) – Biosalus 2019 lancia un hashtag dai toni decisi: #CambiamoRotta. La tredicesima edizione del Festival Nazionale del Biologico e del Benessere Olistico si prepara a parlare del futuro partendo dalle emergenze che sono oggi sotto gli occhi di tutti: cambiamenti climatici, inquinamento, stress, salute. Temi di stretta attualità che il festival in programma il 5 e 6 ottobre affronterà, mettendo più voci autorevoli a confronto. In passato la manifestazione aveva di anno in anno un “Paese Ospite”. Quest’anno il pubblico è invece invitato a cambiare prospettiva: «Ognuno di noi è “ospite” del pianeta Terra», dicono gli organizzatori. «Se vogliamo evitare danni irreversibili per il patrimonio naturale dobbiamo prendere coscienza della situazione in cui si trova il pianeta e cambiare rotta. Con grande urgenza». Quindi, nei due giorni del Biosalus 2019 ci attendono incontri con esperti, conferenze-dibattito e approfondimenti incentrati sui vari tipi di cambiamento che emergono come necessità urgente: stile di vita, alimentazione, modelli di sviluppo, economia.

 

Anche quest’anno Biosalus dedicherà uno spazio al Rinascimento: epoca portatrice di grandi cambiamenti nell’arte, nelle scienze, nella visione del mondo. Urbino, con la Corte dei Montefeltro, ne è stata una delle grandi interpreti, e quindi anche per il 2019 prosegue il cammino di scoperta dei valori che hanno fortemente influenzato la cultura italiana ed europea. All’interno della Casa della Poesia e in altri ambienti di Via Valerio, nel centro storico, il festival, collaborazione con A.R.S.C. Atelier di Battista, porrà l’attenzione su tanti aspetti di un periodo storico che non finisce di sorprendere. Il tutto perfettamente coerente con lo spirito di Biosalus, festival che guarda a un “nuovo Rinascimento”.

La tredicesima edizione di Biosalus non mancherà di proporre anche tutto quello che fino ad ora è stato molto apprezzato dal pubblico: conferenze e convegni sulla salute e il benessere, le tradizionali aree expo dedicate all’alimentazione bio, all’editoria specializzata e ai prodotti per il benessere della persona e della casa. Sempre attive anche le Sale dimostrazioni e trattamenti delle arti per il benessere: Iridologia, Riflessologia plantare, Shiatsu e Ayurveda. Molto attesi anche i seminari di yoga, meditazione e tecniche regressive, a cura dell'Associazione CHAKRUNA e il Festival delle Erbe.

Fra le iniziative di rilevanza nazionale che si svolgono in parallelo al Festival, ricordiamo il quinto Convegno Nazionale di Epigenetica (accreditato ECM), una branca relativamente nuova di conoscenze delle modificazioni chimiche al genoma, senza alterazioni nella sequenza del DNA. Il convegno avrà relatori di fama nazionale ed internazionale. Quest’anno il focus sarà su “Malati di ambiente e prospettive future – Percorsi di integrazione tra epigenetica e microbioma”.
«Oggi -dice il dottor Gino Santini, direttore scientifico del convegno- è indispensabile cercare risposte per nuove domande, che coinvolgono gli effetti biologici dei campi elettromagnetici e l’azione interattiva dello stress sul microbiota intestinale». Punto di partenza dei lavori sarà l’esame del contesto ambientale nel quale ci troviamo. «Nelle nostre città -dice il dottor Ernesto Burgio, pediatria che da anni si occupa di sviluppo sostenibile, bioetica e nuove biotecnologie genetiche- respiriamo benzene, idrocarburi poliaromatici, particolato ultrafine, metalli pesanti. In poco tempo abbiamo cambiato la composizione molecolare dell’aria, dell’acqua, e dei cibi. Il tutto sta creando una sorta di stress molecolare all’epigenoma, quello che noi oggi possiamo considerare come il ‘software’ del DNA».

Durante i due giorni del festival vari punti della città ospitano iniziative e mostre mercato, in coordinamento con le consuete aree allestite nel Palazzo del Collegio Raffaello (Piazza delle Repubblica). Piazza San Francesco offrirà una mostra-mercato dell'enogastronomia del territorio, a cura dell'Associazione Vivi e Gusta il Montefeltro. Non mancheranno inoltre le attività e i laboratori dedicati ai bambini.

Il Biosalus Festival è organizzato dall'Istituto di Medicina Naturale con il patrocinio della Città di Urbino, della Provincia di Pesaro e Urbino, dell'Unione Montana Alta Valle del Metauro e dell'Amm.ne del Legato Albani. Per info, programma completo e aggiornamenti: www.biosalusfestival.it 
Contatti tel. 0722/351.420 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il presente sito web utilizza i cookies per aiutare a migliorare i servizi e le informazioni ai suoi lettori.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti ad utilizzare i cookie.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Policy.